Condividi
Aziende

Prende il via la prima scuola italiana di management agroalimentare

di Redazione | 3 Maggio 2018
Prende il via la prima scuola italiana di management agroalimentare

Foto da PressKit

Il via quest’anno ai corsi dei  Master in Food Safety Management e Food Export Management erogati dalla Scuola di management agroalimentare CSQA presso i poli didattici di Milano, Padova e Firenze.

Si tratta di percorsi didattici frutto di due anni di progettazione che scommettono sull’innovazione professionale e vanno a colmare una richiesta delle imprese italiane, grazie a un’evoluzione dell’offerta formativa tradizionale nata dall’esperienza di docenti da sempre a stretto contatto con le realtà aziendali del settore agrolimentare italiano. Una formazione caratterizzata da un taglio didattico pratico, dove le sessioni teoriche si alternano a laboratori, case studies e  project work. I docenti coinvolti vantano una consolidata expertise, acquisita in ambito nazionale e internazionale.

«La Scuola di management CSQA, primo istituto italiano specializzato nel settore food – dichiara Pietro Bonato, Chairman della Scuola e Direttore Generale di CSQA Certificazioni – è stata pensata e progettata per mettere a punto prodotti formativi di reale interesse per il mercato, altamente professionalizzanti e con il coinvolgimento attivo delle principali imprese del settore».

Principale obiettivo è quello di qualificare due specifiche figure: il Food Safety Manager & Auditor e il Food Export Manager, professionisti che vengono rispettivamente chiamati a svolgere attività di management e auditing e a guidare lo sviluppo delle aziende agroalimentari nei mercati esteri. Professionalità, queste, sempre più al centro dei nuovi sviluppi dell’economia italiana, legata al food & beverage di qualità, dove l’export agroalimentare ha raggiunto nel 2017 il record di 41 miliardi di euro.

Al fine di  soddisfare le necessità e opportunità emergenti nell’ambito agroalimentare, la Scuola di management di CSQA sta puntando sullo sviluppo di ulteriori percorsi formativi, unitamente alla crescita di partnership con realtà imprenditoriali. Inoltre,  per entrambi i Master, è in corso la creazione di due Registri nazionali (Food Safety Manager & Auditor e Food Export Manager),  che consentiranno la certificazione delle rispettive competenze a cura di AICQ SICEV, organismo di certificazione del personale accreditato da ACCREDIA.

Le Dichiarazioni

«I due percorsi di studio – afferma Maurizio Michieli, Executive Director – creeranno figure solide, in grado di esprimere con padronanza le competenze acquisite negli ambiti della food safety e della internazionalizzazione dei prodotti agroalimentari”.

«La partnership di importanti aziende di beni e servizi del settore food & beverage – conclude Flavio Stella, Managing Director – rappresenta un importante valore aggiunto alla proposta formativa poiché attesta l’interesse del mondo produttivo al progetto, oltre che alle risorse qualificate in uscita dai Master».

NESSUN COMMENTO

COMINCIA TU LA DISCUSSIONE

avatar

ULTIME

Notizie

Aziende

Felicetti, dalle Dolomiti la pasta fatta di cielo e farina

Giusy Ferraina |   16 Luglio 2019

Ho.re.ca

La Baia di Fregene porta il mare nei piatti

Sabrina de Feudis |   12 Luglio 2019

Chef Protagonisti

Lele Usai e la sua cucina di mare

Livia Belardelli |   2 Luglio 2019

Ristorazione

Panunta, coratella, scampi e cipolla caramellata

Lele Usai |   2 Luglio 2019

Aziende

Fattoria Tellus a fianco del Bambino Gesù: Fattoria Tellus

Elvia Gregorace |   1 Luglio 2019

Aziende

Il progetto che regala nuova vita ai tappi

Redazione |   28 Giugno 2019

AGENDA

Nuove aperture

Parliamo Di...

SEGUICI SU

Instagram

[ap_instagram_slider]