Condividi

M’AMA.SEEDS: il Parco della Biodiversità che mescola Arte, Grani Locali e Alimentazione Sostenibile

di Sara De Bellis | 1 Novembre 2018
M’AMA.SEEDS: il Parco della Biodiversità che mescola Arte, Grani Locali e Alimentazione Sostenibile

Foto da M'AMA.SEEDS

Il mondo del Food è stato troppo spesso travolto dalle logiche/illogiche dell’industria alimentare. Pochi sono i padroni del cibo, un immenso potere concentrato nelle mani di un pugno di multinazionali, che controllano la filiera alimentare mondiale, dalle sementi ai pesticidi, dalla trasformazione industriale alla distribuzione commerciale. Il-logiche che hanno portato sostanziali modifiche nell’alimentazione, nella sana e corretta nutrizione, generando nuove malattie e nuovi business per sanarle.

Un’alimentazione sostenibile, per converso, prevederebbe il consumo di cibo nutrizionalmente sano, con una bassa impronta in termini di uso di suolo e di risorse idriche impiegate, con basse emissioni di carbonio e azoto, attento alla conservazione della biodiversità e degli ecosistemi, ricco di cibi locali e tradizionali, equo e accessibile per tutti. Ma le grandi rivoluzioni si compiono passo passo, ripartendo dalla TERRA e sensibilizzando le Coscienze.

IMG_6424

Innovativa e davvero interessante in questo senso è l’iniziativa di M’AMA.SEEDS, il nostro progetto nasce dall’idea di ritornare ad un’alimentazione sostenibile che non può essere disgiunta dal recupero dalle antiche semenze – così mi racconta Alessia Montani, ideatrice e fondatrice di questa Start Up, che fa capo a M’AMA.ART – e che questa Primavera inaugurerà un Parco sperimentale delle antiche semenze e dell’arte contemporanea nel Resort Zahir Countryhouse e nell’Antica Masseria La Corte del Sole di Noto-Vendicari, in Sicilia.

La Start Up innovativa M’AMA.SEEDS – prosegue Alessia Montani – sta realizzando un complesso programma di iniziative ed attività, che traggono spunto dalla promozione e coordinamento di studi e ricerche commissionate ad Università e strutture medico-sanitarie, finalizzate ad approfondire la correlazione tra il possibile riutilizzo di  antiche semenze e la prevenzione / cura di malattie e disturbi quali la celiachia, la psoriasi, il colon irritabile e altre forme di intolleranza al glutine.

Sulla base delle risultanze di tali studi e ricerche, M’AMA.SEEDS si pone altresì  il concreto obiettivo di costituire e/o aggregare un’intera filiera di coltivatori/produttori di antiche semenze, di trasformatori delle relative materie prime e semilavorati, di affidabili aziende dell’alimentazione, nonché di selezionati canali distributivi, di ristoratori e Chef che facciano specifico uso di tali semenze e dei prodotti derivati.

M’AMA.SEEDS fornirà infine servizi di supporto tecnico, di verifica ed attestazione, organizzativo, imprenditoriale, giuridico e divulgativo, nonchè l’ideazione, organizzazione e gestione di campagne di informazione e pubblicità a favore di tutti gli imprenditori che aderiranno alle varie iniziative, perseguendo il dialogo e la fattiva cooperazione tra di essi, nonchè la creazione di efficienze operative, economiche, finanziarie e di mercato per i partecipanti.

IMG_6421IMG_6422

Il  Parco Sperimentale degli Antichi Grani e dell’Arte Contemporanea rappresenterà concretamente il sistema multitematico del progetto ANCIENT SEEDS, un’oasi della biodiversità, in cui alla coltivazione degli antichi grani, si uniranno iniziative didattiche rivolte a scuole e università, eventi culturali, enogastronomici, mostre d’arte e recupero di suggestive feste tradizionali.

Uno spazio del Parco sarà destinato alle opere permanenti realizzate da artisti del panorama italiano ed internazionale come la scultura “Il Seme del Mondo”, di Giuliana Cunéaz, realizzata in semi e pietra di Noto da Giuseppe Di Carlo.

In questo Parco sperimentale delle antiche semenze e dell’arte contemporanea, illuminati agricoltori custodiscono antichi grani risalenti anche a 3.000/4.000 anni fa, e che qui vengono recuperati e nuovamente immessi in agricoltura, per poi essere utilizzati e trasformati per produrre alimenti con un rapporto di glutine diverso da quello che oggi le monocolture imposte dalle multinazionali hanno geneticamente trasformato.

Oltre alla connessione tra Agricolutura e Medicina, M’MAMA.SEEDS si occupa anche di divulgare le varietà di antiche semenze e ortaggi, vitigni autoctoni, un modo interessantissimo e di cui pochi conoscono le benefiche proprietà. Piante spesso umili e resistenti per natura in grado di offrire in cucina, emozionanti e nuove sfumature di sapore, oltre ad essere ricche di  micronutrienti ottimi per la salute.

fe24fbf9-0b60-4c08-9e06-639396c2f440

M’AMA.SEEDS promuove la divulgazioni di questi temi attraverso il binomio cibo e arte, per questo, Il Parco che  verrà aperto al pubblico nel cuore della Sicilia Orientale sarà anche luogo per ispirare moda, stoffa, pittura, scultura e design, sempre al fine di avvicinare l’arte al cibo, ponendosi come connettore per coinvolgere tutti coloro che gravitano positivamente attorno a questo tema per stimolare in modo sempre nuovo. Accanto a loro agricoltori volenterosi che, a fronte di rese minori, prediligono grani migliori per produrre farine, pasta, pane e pizze che risultano incredibilmente più digeribili.

La Start Up sarà presentata il prossimo 10 Novembre, alle ore 12.30, con una Tavola Rotonda all’EX Dogana di Roma, nell’ambito della manifestazione Excellence di Pietro e Claudio Ciccotti. 

Al tavolo dei relatori, moderato da Edoardo Sassi della Redazione cultura Corriere della Sera, si alterneranno Albino Maggio – Professore Ordinario di Agronomia e Coltivazioni Erbacee Università degli studi di Napoli Federico II, Mario Marani – Biologo nutrizionista e farmacista studioso di microbiota intestinale, Laura Gazza – Ricercatore CREA – IT Roma, Francesco Saverio Mennini – Professore di Economia Politica ed Economia Sanitaria facoltà di Economia – Università degli studi di Roma Tor Vergata – Kingston University London, Vincenzo Sanasi D’Arpe – Presidente World Food Programme Italia, Stefano Carta – Socio fondatore dello Studio legale tributario LawTaxLeague, Stefano Crisci – Avvocato – Professore di Market Regulation e Diritto del Turismo facoltà di Economia – Università degli studi di Roma La Sapienza, Giuseppe Li Rosi – Presidente Simenza, la Parlamentare Wanda Ferro e Alberto Fiz – Storico e critico d’arte. In mostra presso la EX Dogana, il prototipo della scultura “IL SEME DEL MONDO” di Giuliana Cunèaz  e un live painting dell’artista berlinese Yvonne Andreini.

PHOTO-2018-10-29-14-31-50

Sabato 10 Novembre, all’interno di EXCELLENCE (dal 10 al 12 novembre – Ex Dogana) dalle ore 12,30 alle 13,30 è in programma una TAVOLA ROTONDA SULL’ARTE E GRANI LOCALI: si parlerà di come la celiachia e altre malattie e intolleranze al glutine possano essere curate e/o prevenute grazie alle antiche semenze oggi recuperate. Si parlerà anche del progetto di un parco sperimentale che unisce l’ arte contemporanea alla biodiversità autoctona Siciliana. Seguirà dalle 13,30 alle 14,30 un Cooking Show con due chef siciliani che utilizzano entrambi grani locali nei loro menu: Giulio Galeota di Zahir Contryhouse e Massimo Giaquinta del Cortile Arabo che per realizzare il suo pane utilizza timilia, russello e margherito abbinati a olio evo dei Monti Iblei.
EXCELLENCE e M’AMA.SEEDS vi aspettano!

Obbligatoria la prenotazione (anche via e.mail: info@mamaart.it)

Excellence 2018-Locandina

NESSUN COMMENTO

COMINCIA TU LA DISCUSSIONE

avatar

ULTIME

Notizie

Aziende

Felicetti, dalle Dolomiti la pasta fatta di cielo e farina

Giusy Ferraina |   16 Luglio 2019

Ho.re.ca

La Baia di Fregene porta il mare nei piatti

Sabrina de Feudis |   12 Luglio 2019

Chef Protagonisti

Lele Usai e la sua cucina di mare

Livia Belardelli |   2 Luglio 2019

Ristorazione

Panunta, coratella, scampi e cipolla caramellata

Lele Usai |   2 Luglio 2019

Aziende

Fattoria Tellus a fianco del Bambino Gesù: Fattoria Tellus

Elvia Gregorace |   1 Luglio 2019

Aziende

Il progetto che regala nuova vita ai tappi

Redazione |   28 Giugno 2019

AGENDA

Nuove aperture

Parliamo Di...

SEGUICI SU

Instagram

[ap_instagram_slider]