Condividi
Aziende

La tradizione del Nero di Troia, D’Alfonso Del Sordo // Un’Azienda al giorno

di Redazione | 23 Ottobre 2018
La tradizione del Nero di Troia, D’Alfonso Del Sordo // Un’Azienda al giorno

“La nostra cantina sorge tra i vigneti lontano dal rumore e dal traffico.”

Antichissima è la tradizione vitivinicola della famiglia d’Alfonso Del Sordo, risale al 1800, quando alcuni membri della famiglia, appassionati agricoltori, diedero inizio alla coltivazione della vite nelle tenute di famiglia situate nell’agro di San Severo, in Puglia.

DSC_0677

Per assicurare la continuità del casato agli inizi del 1900 Giovanni Del Sordo, figlio di Antonio, non avendo discendenti, decise di adottare Felice D’Alfonso, figlio di Ludovico: nasceva così la famiglia D’Alfonso Del Sordo.

Nella seconda metà del 1900 Antonio D’Alfonso Del Sordo, figlio primogenito di Felice, costituisce una società, ponendo le basi per una espansione commerciale dell’azienda di famiglia decidendo, inoltre, di costruire un grande stabilimento vinicolo nel cuore delle sue tenute, e trasferire l’attività di trasformazione, invecchiamento e imbottigliamento del vino ancora esercitata, seguendo la tradizione di famiglia, nelle cantine del centro di San Severo, nella più comoda tenuta “Coppanetta”, in contrada Sant’Antonino da Piede.

Dopo il 1993 la gestione dell’azienda passa a  Gianfelice D’Alfonso Del Sordo, che, insieme alla moglie Celeste, continua ad investire risorse ed energie per la promozione dei vini D’Alfonso Del Sordo su vari mercati esteri dove il marchio non era ancora presente. Inoltre grazie alla collaborazione di affermati enologi come Severino Garofano e Luigi Moio, caratterizza sempre di più la qualità dei vini prodotti dall’azienda.

team-3

Una peculiare attenzione è stata data alla valorizzazione dei due più importanti vitigni “autoctoni” della Puglia settentrionale: il “Bombino bianco” ed il “Nero di Troia”, riuscendo a concludere nel 2002, con l’Università di Foggia, una convenzione per invogliare gli studiosi della facoltà di agraria a valutare e studiare le potenzialità del Nero di Troia.

Studi che hanno portato i loro frutti, dato che oggi molte sono le cantine che hanno deciso di dedicare uno o più vini proprio a questa varietà.

La tenuta “Coppanetta” , cuore della produzione D’Alfonso Del Sordo, situata ai piedi del promontorio Garganico, sfrutta terreni calcarei ed argillosi ideali per la coltivazione di vitigni come il Bombino bianco ed il Moscato, i vigneti sono esposti a Nord, a circa ottanta metri sul livello del mare. Qui sono presenti la Cantina per la vinificazione e per l’imbottigliamento.

Nella cantina di vinificazione tutte le uve, di provenienza D’Alfonso Del Sordo, sono lavorate secondo moderne tecnologie.

DSC_0053

Per i vini bianchi viene eseguita la pressatura soffice delle uve e una fermentazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio termocondizionati, con l’ausilio di lieviti selezionati. Per i vini rossi viene eseguito un attento e delicato controllo della raccolta delle uve, tutta manuale, per garantire l’integrità degli acini, cui segue un diraspamento ed una lunga macerazione, la cui durata varia a seconda della tipologia delle uve.

Nei sotterranei della cantina di imbottigliamento, destinati all’affinamento dei vini, sono collocate botti e barriques in legno di rovere. Tutte le fasi di preparazione dei vini, dalla vinificazione all’affinamento, sino all’imbottigliamento, sono controllate quotidianamente mediante analisi effettuate dal laboratorio interno.

A qualche chilometro dalla tenuta Coppetta sorge la tenuta Compione, in una zona semi pianeggiante in cui i terreni sono a composizione argillosa-sabbiosa-calcarea, esposti a Nord-Ovest, e situati a circa centoventi metri sul livello del mare.

il-viale_dalfonsodelsordo

La famiglia D’Alfonso Del Sordo ha saputo valorizzare quella che era una semplice passione per il vino, in una vera e propria casa di produzione, sfruttando il territorio pugliese adatto a quel tipo di coltivazione.

Grandi sono stati i risultati e soprattutto i riconoscimenti che l’azienda ha ricevuto nel corso degli anni, estendendo la loro presenza anche a livello mondiale, presenti in importanti appuntamenti europei del settore.

NESSUN COMMENTO

COMINCIA TU LA DISCUSSIONE

avatar

ULTIME

Notizie

Aziende

Felicetti, dalle Dolomiti la pasta fatta di cielo e farina

Giusy Ferraina |   16 Luglio 2019

Ho.re.ca

La Baia di Fregene porta il mare nei piatti

Sabrina de Feudis |   12 Luglio 2019

Chef Protagonisti

Lele Usai e la sua cucina di mare

Livia Belardelli |   2 Luglio 2019

Ristorazione

Panunta, coratella, scampi e cipolla caramellata

Lele Usai |   2 Luglio 2019

Aziende

Fattoria Tellus a fianco del Bambino Gesù: Fattoria Tellus

Elvia Gregorace |   1 Luglio 2019

Aziende

Il progetto che regala nuova vita ai tappi

Redazione |   28 Giugno 2019

AGENDA

Nuove aperture

Parliamo Di...

SEGUICI SU

Instagram

[ap_instagram_slider]