Condividi
News

Restaurant Awards Lazio: il Red Carpet del Gusto che Vince

di Dominique De Gerolamo | 30 Maggio 2018
Restaurant Awards Lazio: il Red Carpet del Gusto che Vince

Sono passate poche ore dal pomeriggio del 28 maggio, data in cui, presso Spazio Novecento a Roma, è andata in scena la seconda edizione dei Restaurant Awards Lazio durante i quali sono stati premiati i migliori ristoranti, le migliori osterie e pizzerie, i migliori chef “in ascesa”, scattando così una fotografia dello stato della ristorazione romana che vive una nuova primavera!

thumbnail_Cremona_Carnevali_Bortolan

Organizzato dall’editore di MangiaeBevi Fabio Carnevali, la II° edizione del premio si è avvalsa di una qualificata giuria composta da 74 giornalisti, appartenenti a tutte le più importanti testate del settore, presieduta dai critici gastronomici quali Jerry Bortolan, Luigi Cremona e Federico De Cesare Viola, i quali hanno votato sulle candidature ottenute in base al voto medio riportato da ogni ristorante sulle principali guide gastronomiche. Il presidente Luigi Cremona pone l’accento su una delle caratteristiche principali dell’edizione del Restaurant Awards Lazio di quest’anno, nel quale emerge un panel unico di giornalisti di moltissime testate proprio per dare un quadro reale ed unico dello stato dell’arte della ristorazione romana. Prosegue nell’ apprezzare la creazione dei premi per i giovani professionisti in ascesa, segno di un cospicuo ed attivo sostegno nei confronti delle nuove generazioni.

“Roma vive un momento di grande movida gastronomicaracconta il presidente Jerry Bortolan – che fa nascere nuovi posti e spinge i grandi della ristorazione romana a dare sempre il meglio per rimanere ai vertici di questo mondo affascinante, ma duro e competitivo.”

Entusiaste sono state le parole dell’editore ed organizzatore Fabio Carnevali: Il nostro è il primo premio della stampa dato alla ristorazione e a novembre arriveremo alla prima edizione nazionale: è una grande soddisfazione aver messo insieme i migliori giornalisti del settore per accendere i riflettori sulla ristorazione che è una delle punte di diamante della nostra Italia! L’idea è nata un paio di anno fa e per me è stata una grande sfida realizzarla”.

thumbnail_FrancescoApreda_Imago

Per la prima volta dopo anni e per pochi voti, il re di Roma Heinz Beck  e la sua Pergola del Rome Cavalieri Waldorf Astoria, hanno lasciato il posto ad un altro chef di fama internazionale, Francesco Apreda con il ristorante Imàgo dell’Hotel Hassler.  Nelle ore precedenti la premiazione aleggiava sulla capitale un clima di attesa, sintomatico dell’interesse nei confronti del settore della ristorazione sempre più in crescita, soprattutto negli ultimi anni. Per Francesco Apreda si aprono nitidi percorsi di eccellenza, sin da quando all’eta di 18 anni, ha varcato per la prima volta la soglia dell’Hotel Hassler e Roberto Wirth, propietario e general manager della struttura, lo ha scelto per il lungo cammino da proseguire insieme.

Sono emozionato e molto felice – dice Francesco Apreda appena ritirato il premio – e lo condivido con le miei brigate di sala e cucina, e con il nostro patron Roberto Wirth!”.

Nella categoria Ristoranti EtniciSushisen supera di gran misura Hamasei, mentre nella Categoria Osterie si distingue Sora Maria e Arcangelo. Per la Categoria Bistrot la situazione sembra restare invariata, confermando il primato di Roscioli, nonostante l’incalzare di Mazzo.

Per i premi speciali è stato nominato Migliore Ristorante di Pesce Pascucci al Porticciolo, importante conferma per il ristoratore.  Metamorfosi di Roy Caceres vince per la Miglior Comunicazione Digitale, mentre per il Miglior Format Alta Cucina-benessere è stato premiato La Terrazza che, con lo chef Fabio Ciervo, pone grande attenzione verso la piena salubrità del prodotto e degli abbinamenti.

4c4c5bde-bce6-4bba-bb5e-e28058861362

Per il Miglior Format Innovativo è stato premiato Hotel Butterfly, creatura di Giancarlo Battafarano aka Giancarlino e dei suoi soci: un affascinante locale temporary dalle molte anime che ha visto la simbiosi di arte, cibo, musica, drink ad una serie di attività collaterali come la hair spa, il tattoo shop e lo studio di giovani designer. La bellezza del locale e la qualità sempre in primo piano, non hanno conosciuto compromessi.

Miglior Cantina è l’ Enoteca Achilli al Parlamento di Daniele Tagliaferri, con le sue 30.000 bottiglie e più di 3000 etichette.

Grandioso exploit per Giancarlo Casa e la sua Gatta Mangiona che si classifica al primo posto tra le  25 Migliori Pizzerie e riconfermando la stessa posizione nella classifica per la Miglior Pizza.

Volgendo lo sguardo ai professionisti non si può non notare come, finalmente una donna spicchi ai vertici della ristorazione romana: : Alba Esteve Ruiz di Marzapane è la Nuova Chef in Ascesa! La sua determinazione trova posto insieme alla creatività e alla fantasia ben dosate nei suoi piatti.

“È bello essere qui – commenta Alba Esteve Ruiz – con tutti questi amici e, lo ammetto, aver vinto lo è ancora di più! Grazie a mio marito Michel mio compagno anche in questa avventura e a tutto il mio team!”

Ottengono i premi di Miglior Pastry chef Andrea Riva Moscara di Barrique, di Miglior Pizza chef Pier Daniele Seu, Miglior sommelier Luca Belleggia del Pagliaccio e Miglior Restaurant Manager Achille Sardiello di Pipero.

thumbnail_Genovese_Apreda_Ruiz_Glowig_Madama

La premiazione è stata condotta in maniera impeccabile da Chiara Giannotti e Luca Sessa, in un clima attivo e partecipativo che ha registrato un grande successo di presenze sia al workshop formativo della mattina che durante il premio, con oltre 800 partecipanti all’evento.

Hanno dato il loro patrocinio il Presidente della Regione Lazio Luca Zingaretti, l’Assessore allo Sviluppo Economico di Roma Capitale Carlo Cafarotti e il Presidente dell’ARSIAL Antonio Rosati, appoggiando sin da subito quest’iniziativa per sostenere le imprese laziali che perseguono la qualità in uno spiraglio sempre aperto al futuro.

Durante l’ultimo anno, a Roma e nel Lazio si è assistito ad una proliferazione di nuovi ristoranti, bar, pizzerie, gelaterie e attività similari di ristoro. Questo evidenzia quanto il settore sia in continuo dinamismo nonostante le difficoltà burocratiche ed una totale mancanza di contribuiti da parte dello Stato alle nuove imprese, confinando il tutto nelle mani dell’imprenditoria privata che, non mostra cedimenti proseguendo con passione il suo obiettivo, ovvero far avanzare il cammino della ristorazione di qualità.

Prova di questa vivacità imprenditoriale di alto livello è stata fotografata dalle nomination dei RESTAURANT AWARDS con tanti chef stellati e non e imprenditori che sono candidati al premio in diverse categorie, avendo aperto loro stessi più attività con offerte gastronomiche differenti: ad esempio, solo per citarne alcuni, Cristina Bowerman è stata in nomination tra i bistrot con Romeo, nelle pizzerie con Giulietta e nei 50 migliori ristoranti di Roma con Glass Hostaria; Riccardo Di Giacinto era presente in nomination con la sua pastry chef, Antonella Mascolo, nei 50 migliori ristoranti di Roma con il ristorante gourmet All’Oro e sia nelle pizzerie che nei bistrot con Madre; o Barrique di Oliver Glowig – con tre nomination in novità, pastry chef e chef in ascesa vincendo sia nella categoria nuove aperture, che nella categoria pastry chef. Troviamo poi Aroma sempre con 3 nomination nei 50 ristoranti, pastry chef, restaurant manager in ascesa; oAntonello Colonna con 3 nomination di cui 2 tra i migliori ristoranti e tra i sommelier in ascesa; Heinz Beck e Francesco Apreda, presenti con 2 nomination ciascuno (chef e sommelier, entrambi) ma consulenti di ristorazione a livello internazionale; o ancora, lasciando le sponde stellate, Giancarlo Battafarano, Daniele Quattrini e i loro soci, sono stati premiati per la ristorazione bella, buona e facile, che sono presenti con vari locali come Les Marionettes (migliori aperture), Madeleine (2 nomination tra bistrot e pastry chef) e Caffè Propaganda (2 nomination, chef in ascesa e bistrot).

L’evento si è concluso con una degustazione di produzioni gastronomiche e vinicole delle migliori aziende del Lazio, con la presenza del mastro gelataio Gunther Rohregger, il quale ha presentato i suoi gelato al gusto di vino.

La voglia di crescere e la determinazione hanno contraddistinto l’evento, mostrando come la passione possa davvero essere l’arma vincente per accedere ad ogni premio.

I VINCITORI

Ecco i Restaurant Awards assegnati dalla stampa di settore, per un totale di 100 locali della regione, suddivisi in sei categorie, oltre a 25 pizzerie.

– MIGLIOR RISTORANTE GOURMET DI ROMA E PROVINCIA: IMÀGO DELL’HOTEL HASSLER – ROMA
– MIGLIOR RISTORANTE GOURMET DELLE PROVINCE LAZIALI: LE COLLINE CIOCIARE – ACUTO (FR)
– MIGLIOR OSTERIA: SORA MARIA E ARCANGELO – OLEVANO ROMANO (RM)
– ROSCIOLI – ROMA
– MIGLIOR RISTORANTE ETNICO: SUSHISEN – ROMA
– MIGLIOR NUOVA APERTURA: BARRIQUE

NESSUN COMMENTO

COMINCIA TU LA DISCUSSIONE

avatar

ULTIME

Notizie

Aziende

Felicetti, dalle Dolomiti la pasta fatta di cielo e farina

Giusy Ferraina |   16 Luglio 2019

Ho.re.ca

La Baia di Fregene porta il mare nei piatti

Sabrina de Feudis |   12 Luglio 2019

Chef Protagonisti

Lele Usai e la sua cucina di mare

Livia Belardelli |   2 Luglio 2019

Ristorazione

Panunta, coratella, scampi e cipolla caramellata

Lele Usai |   2 Luglio 2019

Aziende

Fattoria Tellus a fianco del Bambino Gesù: Fattoria Tellus

Elvia Gregorace |   1 Luglio 2019

Aziende

Il progetto che regala nuova vita ai tappi

Redazione |   28 Giugno 2019

AGENDA

Nuove aperture

Parliamo Di...

SEGUICI SU

Instagram

[ap_instagram_slider]