Condividi
Aziende

L’oro liquido raccontato dalla tradizione di Oro di Rufolo // Un’Azienda al giorno

di Redazione | 5 Ottobre 2018
L’oro liquido raccontato dalla tradizione di Oro di Rufolo // Un’Azienda al giorno

Nella splendida terra di Giovinazzo nel XIII secolo Nicola Rufolo fece costruire uno splendido esempio architettonico di masseria fortificata dove si produceva “l’oro liquido” dalle olive presenti sul territorio.

Dall’affascinante tradizione dell’olio liquido nasce il marchio “Oro di Rufolo” grazie all’azienda Ortoplant che forte degli oliveti ereditati dai propri padri decide di investire nel settore dell’olio extravergine.

Un’azienda dinamica che crede nella forza e nello sviluppo delle risorse locali, vivendo il territorio a 360 gradi e facendo proprie le peculiarità di quella terra ricca di bellezze. Inizialmente l’azienda possedeva soli 5.5 ettari con poco più di 600 olivi secolari, oggi può contare su una superficie di 12 ettari con più di 2.000 olivi secolari, grazie alla tenace forza che ha permesso loro di perseguire il loro progetto.

1

I terreni acquisiti sono stati migliorati con interventi mirati alla specializzazione estirpando piante da frutto obsolete, ottimizzando i sesti d’impianto mettendo a dimora giovani piante di olivo certificate. Dal 2012 iniziano a muovere i primi passi nel mondo dell’extravergine riscuotendo consensi e apprezzamenti crescenti per gli oli prodotti, a dimostrarlo è la costante presenza nelle più rinomate guide dedicate agli oli di oliva di eccellenza, i numerosi riconoscimenti nei concorsi nazionali ed internazionali, dove spiccano le due Gold Medals al Sol d’Oro 2016.

tth (2)

Vera e propria industria d’altri tempi, è giunta quasi intatta fino ai giorni nostri a testimoniare tutta l’importanza che l’olio ha da sempre rivestito in quei luoghi.

tth

Le vasche circolari, scavate nella roccia, raccoglievano l’olio dalle presse che defluiva nelle cisterne sotterranee. Le grosse macine di pietra sul pavimento testimoniano il duro lavoro scandito da un ritmo lento e costante.

Passando da questi luoghi la mente prova ad immaginare quei tempi ed oggi come allora, l’intero paese è coinvolto nella raccolta e molitura del frutto tanto atteso. Ogni famiglia partecipa al nuovo raccolto e nonostante le nuove tecniche imprimono dei ritmi diversi, nulla tolgono alla passione che da sempre contraddistingue quei momenti condivisi dalla popolazione.

NESSUN COMMENTO

COMINCIA TU LA DISCUSSIONE

avatar

ULTIME

Notizie

Gli Eventi

I mercati diventano spazi dedicati agli incontri d’autore

Redazione |   22 Febbraio 2019

L'Intervista

La chimica in pasticceria, dalla farmacia al sac a pochè //intervista

Giulia Mancini |   21 Febbraio 2019

Gli Eventi

I formaggi rari a Roma in una mostra mercato, Formaticum

Giulia Mancini |   18 Febbraio 2019

Rubriche

Romeo, che diceva di vendere auto usate //Storie di Roma

Claudio Gargioli |   13 Febbraio 2019

Rubriche

San Valentino: in coppia o da soli il bancone è la soluzione migliore

Sabrina de Feudis |   12 Febbraio 2019

Aziende

Concreta nasce dall’amore di un padre per il proprio figlio

Giulia Mancini |   7 Febbraio 2019

Aziende

L’Aglianico del Vulture un vitigno tra storia e Basilicata

Sabrina de Feudis |   6 Febbraio 2019

Gli Eventi

EGOfestival, Eno Gastro Orbite a Lecce

Redazione |   4 Febbraio 2019

Aziende

Sette grammi per un espresso dal profumo italiano

Sabrina de Feudis |   1 Febbraio 2019

Gli Eventi

“Terre Ospitali” in festa ai Castelli Romani

Redazione |   31 Gennaio 2019

Aziende

Devodier, una famiglia di pochi ingredienti

Giulia Mancini |   30 Gennaio 2019

AGENDA

Nuove aperture

Chef Protagonisti

Il primo Sushi Boat Restaurant // Isola di Ponza

di Excellence Magazine  | 16 Luglio 2018

Parliamo Di...

SEGUICI SU

Instagram

The access_token provided is invalid.