Condividi

Da Napoli arriva OPI, l’intelligenza artificiale al servizio dell’agricoltura

di Fabio Castelli | 22 Giugno 2020
Da Napoli arriva OPI, l’intelligenza artificiale al servizio dell’agricoltura

Osserva, Previeni e Intervieni. In breve, OPI, il più avanzato sistema di supporto decisionale per aziende agricole, grazie ai sensori e ai modelli agronomici potenziati dall’intelligenza artificiale. Aiuta a prendere le migliori decisioni, previene le malattie delle piante e gli effetti dei cambiamenti climatici. Migliora il raccolto, ottimizza l’irrigazione e l’uso di pesticidi, nel pieno rispetto dell’ambiente. Inoltre, è perfetto per coltivazioni in serra, in pieno campo e vertical farm. L’idea è della StartUp napoletana Evja, nata nel 2015 dall’intuizione di quattro giovani ragazzi con alle spalle tre formazioni diverse come quella giuridico economica, di ingegneria elettronica e di sviluppo software.

Ma come funziona? Il sistema Opi si sviluppa tramite una piattaforma di sensori che rilevano dati climatici in real time. Il monitoraggio riguarda specifiche colture, quelle della IV gamma, ossia ortaggi freschi e naturali ma tagliati e pronti all’uso e della V gamma ossia gli ortaggi precotti, senza l’aggiunta di conservanti o condimenti. Ma l’applicazione è in continuo upgrading. Il rilevamento avviene attraverso l’installazione di centraline nelle serre, dove vengono rilevate umidità, temperatura e bagnatura della foglia, oltre alla radiazione solare. I dati climatici vengono incrociati grazie ad algoritmi predittivi e il risultato consente di creare un’agenda utile per gli agricoltori, che sanno in questo modo quando trattare i prodotti, sapendo prima quando ricorrono ad esempio le condizioni climatiche per la formazione di funghi o muffe. Al tempo stesso con questo sistema è possibile suggerire il fabbisogno idrico, e correlare la resa del raccolto in base alle condizioni climatiche complessive.

Il dispositivo ha già collezionato diversi riconoscimenti: ben tre Seals of Excellence dell’Unione europea e il Macfrut Innovation Award 2019. Evja ha partecipato a fiere di tutto il mondo, come il World Agri-tech Summit di San Francisco e il World Food India di Nuova Deli, in cui ha riscosso enorme interesse, oltre ad essere ospite fisso delle più importanti fiere di settore: Macfrut, Fruit Logistica e Fruit Attraction. Evja è un sistema in costante evoluzione, piena di talenti con grande esperienza in settori come ingegneria, fisica, agronomia, precision farming, intelligenza artificiale e business development. È partecipata da BayWa e RWA, tra le maggiori aziende del settore agricolo tedesco ed austriaco.

NESSUN COMMENTO

COMINCIA TU LA DISCUSSIONE

avatar

ULTIME

Notizie

News

“Vigneto Calabria” secondo le guide 2021

Giusy Ferraina |   19 Gennaio 2021

News

Cantina Giacomelli, la viticoltura eroica della Liguria

Sabrina de Feudis |   18 Gennaio 2021

#NoMoreExcuses

Mirko Moglioni: “Usare la bilancia aiuta a sprecare meno cibo”

Fabio Castelli |   13 Gennaio 2021

News

Girls in Italy, viaggi ispirazionali al femminile

Giusy Ferraina |   12 Gennaio 2021

News

Natale al Sud, tra piatti tipici e vini di territorio

Giusy Ferraina |   23 Dicembre 2020

News

Natale al Sud, tra piatti tipici e vini di territorio

Giusy Ferraina |   22 Dicembre 2020

News

Carlo Moser, la svolta giovane del Trentodoc

Manuela Zennaro |   18 Dicembre 2020

News

Tenuta Palumbo, i vini all’ombra del vulcano

Sabrina de Feudis |   17 Dicembre 2020

News

Birre Preziose Premio Roma 2020: tutti i vincitori

Fabio Castelli |   16 Dicembre 2020

News

La Calabria si tinge di viola con il suo Campo di Lavanda

Giusy Ferraina |   15 Dicembre 2020

News

Hanna Steiner, la nuova generazione dello Speck Alto Adige IGP

Sabrina de Feudis |   14 Dicembre 2020

News

Matteo Dolcemascolo miglior pasticcere emergente d’Italia

Giusy Ferraina |   10 Dicembre 2020

AGENDA

Nuove aperture

Parliamo Di...

SEGUICI SU

Instagram

The access_token provided is invalid.